Dichiarazione di guerra

Los de Abajo
Gloria Muñoz Ramírez
Tutto è cominciato con una dichiarazione di guerra. L’ultima opzione, dissero, ma una guerra. Molti allora dissero che tutto fu simbolico, che le armi non importavano, che non si trattava di un esercito regolare, bensì di un gruppo di pezzenti con fucili di legno. Ma ci fu e c’è una guerra. Si presero allora sette città, si aprirono le porte delle prigioni stracolme di indigeni innocenti, si distrussero i palazzi municipali, simboli del potere e dell’ignominia; si recuperarono terre, proprietà e bestiame in possesso di proprietari terrieri e cacicchi; si disarmarono poliziotti e guardias blancas; si fece un prigioniero di guerra.

Escuelita Zapatista: La Realidad parte 1 – emozioni

Una serie di racconti perche’ le cose da dire sono tante. Tantissime. Questo scritto di botto, di getto, senza bloccare il flusso di sensazioni del momento.

10 ore di viaggio per arrivare alla Realidad. In carovana, 7 combi. Noi siamo in 17. Non c’e’ spazio per dormire. Si rompono 2 mezzi. Le ultime 2 ore nella selva sono fatte con due carri da lavoro, risultato in tanti si sta in piedi sotto l’acqua, e da dopo Guadalupe Tepeyac anche alla polvere della strada sterrata.

IMG_1168[1] Continue reading Escuelita Zapatista: La Realidad parte 1 – emozioni

Saluti, escuelita e una digressione sull’armetagnol

Stamattina una timida carovana di internazionali s’è mossa dalla casa. In combi, a piedi, in taxi siamo arrivati, mescolati a tanti altri, alla registrazione per l’escuelita zapatista e l’emozione era decisamente palpabile. Negli sproloqui e nei silenzi, nei desiderata e negli scongiuri, nella liste delle compere e delle faccende da ultimare per tempo, all’Univeridad de la tierra si respirava il senso di una cosa grande, da farsi insieme.20131220_142113

Qui mi tocca una variazione dal tema. La ricchezza di sfumature degli internazionali di lingua spagnola e la traballante conoscenza della lingua di tutti gli altri (mi fregio d’essere tra i leader di questa seconda fazione) ci hanno portato nell’arco di una settimana di vita comunitaria a coniare un’improvvisata, mutevole e divertente lingua d’incontro: l’armetagnol. Continue reading Saluti, escuelita e una digressione sull’armetagnol

Pronti, partenza anticipata e via: escuelita

Dopo tanti anni torno studente. Sono uno dei 4500 studenti della scuola zapatista. Dire che sono emozionato e dire poco, dopo tanti anni succede ancora cosi’.

Andiamo al CIDECI presto convinti di essere in netto anticipo per l’apertura delle inscrizioni definitive al secondo turno del primo livello della scuola zapatista.
Non ci sbagliamo. Aspettiamo un oretta circa prima di essere ricevuti con il numero 21 e 22 tra gli inscritti internazionali. Da subito capiamo che si parte prima del previsto, gia’ domani, cioe’ non il 25 ma il 24. Il natale sara’ fatto nella nostra famiglia.

L’ansia e’ tanta. Le possibilita’ sono 5 come 5 sono i Caracoles. Ho il mio ordine di preferenza. Ovviamente non lo diro’ mai qual’e’ pero’ e’ normale che dopo un po’ di viaggi tra le/i compas e i Caracoles uno ne possa preferire uno.

IMG_1140[1] Continue reading Pronti, partenza anticipata e via: escuelita

Minuzie sulla via per Acteal

Dalla posada partiamo in nove: un’argentina, una catalana, due messicani, una greca e tre italiani. Alle 6.12 siamo fuori casa e, passato il sonnolento mercato della frutta dei fiori e delle candele, raggiungiamo “en un ratito” la stazione dei taxi. Ad Acteal, senza un mezzo proprio, si arriva solo così: 50 pesos a testa e un’ora e mezzo abbondante di viaggio. Quattro nel primo taxi, quattro nel secondo..diciamo che mi offro per il viaggio in solitaria nel terzo.20131222_071015

Tempo mezz’ora e il sole sale, improvviso e inaspettato, da dietro la cresta delle montagne. In rapida sequenza accende i colori, aggredisce la coltre di foschia e attacca a scaldare dai vetri dell’auto. Affianco a me siede una donna con la sua bimba, fuori corrono spuntoni di roccia chiara che al passaggio del taxi vengono avvolti dentro riccioli di polvere rossa. Continue reading Minuzie sulla via per Acteal