MOSTRA FOTOGRAFICA: IL CHIAPAS VISTO CON IL PASSAMONTAGNA

A 25 anni dall’inizio della rivoluzione zapatista 4 diverse realtà culturali, sociali e sportive hanno deciso di raccontare le loro esperienze in terra autonoma zapatista.
Dall’11 al 13 gennaio 2019 con le foto e i racconti dalla terra zapatista di Inter Campus, Lo Stato Sociale/Garrincha Dischi, Radio Popolare e  20ZLN.

Questo il comunicato stampa di presentazione dell’iniziativa:
“Il 1 gennaio del 1994 in Messico entrava in vigore il Trattato di Libero  Commercio del Nord America. Messico, USA e Canada sperimentavano la  prima esperienza di mercato unico.
Contadine e contadini indigeni del Chiapas, in quello stesso giorno, con  il viso coperto dal passamontagna entravano in diverse città per dire no  a quell’accordo e al mondo che andava a determinare.
25 anni dopo quelle contadine e quei contadini sono ancora ai loro  posti, la loro critica al neoliberismo si è trasformata in una società  libera e autorganizzata.
L’esperienza zapatista ha da prima stupito e meravigliato, e poi  attirato il mondo intero. E così è successo che storie sportive e  culturali si intrecciassero e si incontrassero proprio in quel  territorio diverso e vivo.
Inter Campus, il progetto sociale di F.C. Internazionale, opera in Chiapas dal 2011. Nato da uno scambio epistolare tra il Presidente Massimo Moratti e il SubComandante Marcos, il progetto Chiapas è oggi un programma di cooperazione per lo sviluppo sostenibile del sistema educativo autonomo delle comunità indigene zapatiste e coinvolge ogni anno 300 bambini e bambine e oltre 150 “promotori dell’educazione”.
Lo Stato Sociale ha conosciuto da vicino zapatiste e zapatisti e ha coinvolto  l’intera etichetta Garrincha Dischi nel progetto Garrincha Loves  Chiapas.
Radio Popolare organizza un viaggio di ascoltatrici-tori  annuale in Chiapas, e tra le varie tappe non manca la visita al Caracol  di Oventik.
Queste tre realtà, assieme al collettivo 20ZLN, organizzano una mostra fotografica per raccontare la loro esperienza in terra zapatista, e in Messico, dall’11 al 13 gennaio 2019, nella 25esima ricorrenza della marcia per la  pace (il 12 gennaio 1994, 1 milione di persone manifestò a Città del Messico, per chiedere che il governo messicano iniziasse a dialogare con gli indigeni zapatisti).
La mostra si svolgerà presso l’auditorium di Radio Popolare, Via Ollearo 5 Milano, con i seguenti orari e appuntamenti:
Venerdì 11 gennaio – Apertura ore 16.00 con chiusura alle 22.00. Alle 18.00 si terrà conferenza/stampa incontro pubblico per spiegare le ragioni della mostra e le diverse esperienze coinvolte. Saranno presenti le quattro realtà promotrici che prenderanno parola raccontando la propria esperienza.
Sabato 12 – Apertura ore 11.00 e chiusura ore 19.00
Domenica 13 – Apertura ore ore 11.00 e chiusura ore 19.00
Ingresso Gratuito”

Durante l’iniziativa saranno presenti i banchetti informativi e il materiale di Ya Basta! Milano e di 20ZLN, oltre che del percorso Garrincha Loves Chiapas