In un Messico ‘Stanco della Violenza’, i ribelli zapatisti si avventurano in politica

di PAULINA VILLEGAS, AUGUST 26, 2017. tratto dal New York Times

Gli zapatisti, i ribelli politici più potenti in Messico degli ultimi 100 anni, rinunciano alla rivoluzione armata, dopo decenni di opposizione al governo, per una semplice ragione: il Messico è così trivellato da violenze, spiegano, che il paese non ne può più.

Gli analisti sostengono che tale decisione valga come commento sullo sconcertante stato del Messico oggi.   Continue reading In un Messico ‘Stanco della Violenza’, i ribelli zapatisti si avventurano in politica