Oventic….dove il tempo si ferma

Volere tutto e subito non va bene quando si tratta con lo Zapatismo. Non solo non va bene ma fa anche un po’ male. La cosa incredibile per una persona come me che vive tutto con una velocita’ e una fretta spesso esagerata e’ che da quando arrivo al cancello di Oventic mi fermo. E come se il tempo si fermasse e con lui i miei ritmi. Questa magia finisce non appena mi metto ad aspettare il combi o il mezzo di fortuna che mi riportera’ a San Cristobal. Ed e’ proprio in quel momento che le due velocita’ cozzano, si scontrano e mi fanno pensare. Anche oggi e’ andata cosi’, anche dopo tanto tempo.

Ci svegliamo presto. Abo mi guarda stranito quando suona la sveglia, poi sorride.

IMG_1112[1] Continue reading Oventic….dove il tempo si ferma

Ocote is the new diavolina

“Nelson Mandela Muriò? Verdad?”. Il bello quando si sosta in una casa collettiva è riscoprire, nell’andirivieni di umanità e lingue, che non ci sono fatti scontati. Pure le notizie maiuscole, magari per la fretta di fare il giro del mondo, possono perdersi per strada qualche angolo stropicciato di terra. Le comunità arrampicate sugli altos offrono spazio a queste ed altre falle informative. Però, appena prima di questo scambio di aggiornamenti in sala da pranzo (e della mia successiva deriva mentale sugli spazi impermeabili alla notizia) siamo usciti a buscar legna nel periferico.
Continue reading Ocote is the new diavolina

20zln iniziamo….

Il tempo del viaggio e’ finito. Inizia la missione. Dormiamo molto e ci svegliamo alle 09.00. Un po’ di sbattimenti per cambiare dei soldi, una volta era piu’ facile ed era difficile pagare con la carta di credito , poi andiamo al Centro di Diritti Umani Fray Bartolome’ De Las Casas ( http://www.frayba.org.mx/ ) uno di quei posti che da diverse decine di anni lavora costantemente al fianco delle comunita’ indigene zapatiste (e non solo ma di tutte le comunita’) e che da diverse decine di anni lavora senza i favori del riconoscimento pubblico).IMG_1098[1]


Continue reading 20zln iniziamo….

San Cristobal de Las Casas: 5 anni dopo

Chissa’ com’era San Cristobal il 17 dicembre del 1993. Chissa’ quanti turisti erano qui 20 anni fa, chissa’ se c’erano internet point, cinema e tiende a go go com’e’ oggi.

Chissa’ come le comunita Zapatiste si stavano preparando all’insurrezioni. Chissa’ se litigavano per definire le ultime tattitche, e se litigavano come litigavano visto che gli indigeni non alzano mai la voce? Il sub Marcos ed il sub Pedro come cosa pensavano? Continue reading San Cristobal de Las Casas: 5 anni dopo

da Ciudad Mexico a San Cristobal via Tuxtla

il cassetto di metallo cigola un poco prima di spalancarsi fragorosamente. Lo richiudo un paio di volte prima di rinunciare del tutto e comunque è tutto l’aereo (dimensioni, passeggeri, odori) a non somigliare per nulla ai due che ci hanno accompagnato fino a Ciudad Mexico.20131217_094530
Mi hanno spiegato che la piana di Ciudad è in realtà una conca e che il tutto si poggia su un altipiano abnorme.. Continue reading da Ciudad Mexico a San Cristobal via Tuxtla